Feeds:
Articoli
Commenti

Archive for aprile 2011

Il Comitato Direttivo dell’ANPI     Provinciale di Terni, riunito il 27 Aprile 2011,ha valutato positivamente le numerose iniziative,svoltesi nel territorio provinciale,in occasione del 25 Aprile.

 

Particolarmente significativa e’ stata la manifestazione di Terni, nella quale si e’ ricordato il Comandante Partigiano  della Brigata Garibaldina “A.Gramsci” Filipponi Alfredo, al quale e’ stata intitolata una rotonda sul lungo Nera e mentre le sponde sono state dedicate al 25 Aprile.

 

Alla Cerimonia hanno partecipato le massime autorita’ cittadine Civili e Militari e la Presidente della Regione Umbria Catiuscia Marini.

 

L’ANPI esprime, nel contempo, una forte preoccupazione e condanna per le ricorrenti manifestazioni di gruppi di estrema  Destra a Montegabbione, Baschi ,Parrano, di Casa Pound a  Orvieto e il gravissimo episodio di Poggio Bustone.

 

L’ANPI invita tutte le Associazioni, i Sindacati, le Forze Politiche Democratiche a vigilare fermamente su questi episodi e a realizzare iniziative tese a far conoscere la nostra Costituzione; chiede alle Autorita’ competenti di intervenire puntualmente contro le iniziative tese a violare la dodicesima  norma della Costituzione e la legge Mancino che vietano la ricostituzione del partito fascista sotto qualsiasi forma.

 

Domani Terni sara’ protagonista di un’altra importante iniziativa: Alle ore 10,30 presso la sala del Palazzo Primavera,saranno presenti Le Sguole cittadine, L’Associazione Nazionale Finanzieri D’Italia,L’ANPI e l’ANPPIAA, con la presenza di S. Venezia per ricordare la tragedia della schoa.

 

Il Direttivo Provinciale ANPI TR

 

Read Full Post »

Il Coordinamento Comunale
del Partito Democratico di Acquasparta
in occasione della Festa della Liberazione (25 aprile 2011)
invita
venrdì 29 aprile 2011 (dalle ore 17,00)
presso
la Biblioteca Comunale
(via Roma)
 
 
alla presentazione del volume
di Angelo Bitti, Renato Covino e Marco Venanzi
La Storia rovesciata.
La guerra partigiana
della brigata garibaldina “Antonio Gramsci”
nella primavera del 1944
 
ne parlerà con gli Autori

Franco Giustinelli
(ex senatore)
____________________________________________________________________________________ 
Per la rassegna stampa sul volume: http://www.crace.it/BCVgramsci%20-%20rec.htm

per acquisti: http://www.crace.it/BCVgramsci.htm

Read Full Post »

Il 25 Aprile a Terni si è tenuta una bella manifestazione voluta dalle massime istituzioni, Comune di Terni, Provincia di Terni e Regione dell’Umbria per ricordare la Liberazione dal Nazifascismo. Catiuscia Marini, Feliciano Polli, e Leopoldo Di Girolamo hanno parlato in Comune e poi hanno inaugurato la Passeggiata 25 Aprile ed hanno inauurato il piazzale intitolato ad AlfredoFilipponi, vicino al ponte che i partigiani salvarono dall’esplosione progettata dai tedeschi alla fine della seconda guerra mondiale. Ambrogio Filipponi fu’ tra i partigiani che liberarono terni e dopo molti hanni oggi ha ricevuto il giusto riconoscimento. Alla cerimonia ha partecipato una folta rappresentanza dell’ANPI.

……………………………………………………

Da “Roma tra guerra, Resistenza e liberazione: storia, memoria e immaginazione in un’ottica contemporanea ” di Alessandro Portelli*

http://www.italia-liberazione.it/it/60moliberazione/PAGINE/REL_25.HTM


Ambrogio Filipponi (1930, geometra), Terni, 11.5.1979. Sull’uso del termine “macello,” cfr. per esempio “E’ successo che qua era un macello. Tutti morti, figlia mia, via Fanfulla da Lodi era un disastro tutto per terra , la paura non si poteva passa per passare dovevi passa’ sopra i morti”

Read Full Post »

Read Full Post »

25 APRILE 2011

I Partigiani viventi e l’ANPI di Perugia ribadiscono con orgoglio che la RESISTENZA è stata GUERRA DI LIBERAZIONE., no guerra civile.

LIBERAZIONE del suolo italiano dall’invasore tedesco. LIBERAZIONE dalle nefande e dolorose ideologie del fascismo e del nazismo.

Tutte le truppe organizzate dalla RSI e dal generale Graziani si erano schierate con l’invasore nazista, e tutte le formazioni prendevano ordini dai tedeschi. Diverse bande fasciste giurarono fedeltà a Hitler, e non all’Italia, cosi come, dal settembre 1943, la Germania sottrasse alla sovranità italiana, e alla Repubblica satellite di Mussolini, le provincie di Belluno, Trento, Bolzano, Gorizia, Udine e Trieste, facendole governare e controllare direttamente dai reparti delle SS. L’Italia legale era quella del dal Re e dal suo Governo, che istituì il reato di “collaborazionismo con il tedesco invasore”, e che, nei processi istruiti condannò migliaia di soldati e ufficiali fascisti quali traditori della Patria. Va ricordato che la RSI non possedeva moneta propria, né francobolli, e che, ad eccezione della Germania e del Giappone, non fu riconosciuta come stato , neppure dal Vaticano e dalla Spagna franchista. Fu GUERRA DI LIBERAZIONE.

Al tavolo della pace, l’Italia ebbe credito per merito dei 45.000 morti Partigiani. Rendiamo onore e ringraziamo i caduti in combattimento, nei campi di sterminio, i fucilati, gli impiccati, i torturati che hanno testimoniato con la propria vita la libertà, contro il totalitarismo e contro la RSI, delatrice e sostenitrice dei nazisti.

La RESISTENZA è stato un movimento spontaneo, che, nelle sue componenti partigiana, popolare e militare, ha combattuto per conquistare la democrazia, l’uguaglianza, i diritti civili, “per chi c’era e per chi non c’era e anche per chi era contro”. ORA E SEMPRE RESISTENZA

Read Full Post »

Older Posts »