Feeds:
Articoli
Commenti

Posts Tagged ‘valentino filippetti’

 

Si è svolto sabato 19 febbraio il congresso provinciale dell’ANPI di Terni in preparazione del congresso nazionale che si svolgerà a fine marzo a Torino. Partecipazione forte e sentita con interventi appassionati di vecchi partigiani come Rosati, sindacalisti come il rappresentante dell’UIL, un operaio della Basell in lotta, Alberto Provantini che ha ricordato la medaglia d’argento di cui è insignita la città, amministratori come l’assessore del comune di Terni Guerra e provinciale Piacenti D’Ubaldi, il rappresentante del PD Barbaccia e i segretari di sezione di Narni, Amelia ed Orvieto. Il congresso ha avuto un momento significativo con l’approvazione di un ordine del giorno di solidarietà con i lavoratori del polo chimico minacciati di licenziamenti.

Il congresso era stato aperto dal vice presidente Valentino Filippetti che dopo i saluti aveva passato la parola al presidente uscente Zagaglioni. Molti gli interventi tra i quali quelli di Fulvio Pellegrini e Alberto Piccioni dell’ANPPIA. L’assemblea è stata conclusa da Andrea Liparoto membro dell’ANPI Nazionale

Read Full Post »

La sezione dell’Associazione Nazionale Partigiani Italiani di Orvietò terrà il proprio congresso il 29 gennaio alle ore 17 presso il Palazzo del Gusto ad Orvieto ( Palazzo S.Giovanni). La riunione sarà introdotta da Pier Giorgio Oliveti responsabile del circolo e sarà conclusa da Valentino Filippetti, vice presidente provinciale. Il congresso eleggerà i delegati al congresso provinciale del 19 febbraio a TERNI in preparazione di quello nazionale del 24/27 marzo a Torino.

Alle ore 17,30 si terrà la presentazione del libro di Olga Lucchi sui deportati umbri. In questo libro si parla anche di Angelo Costanzi, l’antifascista orvietano deportato in germania alla fine della seconda guerra mondiale.

………………………………………………………………………………………………………………………………………………….

“Li presero ovunque. Storie di deportati umbri”, di Olga Lucchi
Arrestati nelle loro case, nei loro paesi, nei luoghi di lavoro e di emigrazione, i deportati umbri costituiscono una parte sconosciuta dell’antifascismo della regione, quello di studenti, operai, artigiani, contadini e militari che non accettarono le imposizioni del regime e l’occupazione nazista e furono per questo deportati nei Lager. La partecipazione alla Resistenza,
o la semplice accusa di solidarietà ai partigiani, e prima ancora l’opposizione alla dittatura furono alcuni dei motivi per cui furono deportati.
I luoghi in cui operarono furono quelli della Resistenza umbra e francese, le fabbriche dell’Italia del nord, Roma, le miniere di Lorena e Lussemburgo e le città francesi in cui erano emigrati. Non mancarono tra i deportati umbri le donne e alcuni ebrei. Quasi tutti i grandi Lager videro la presenza di umbri: Auschwitz, Buchenwald, Dachau, Dora, Flossenbürg, Gross Rosen, Majdanek, Mauthausen, Natzweiler, Neuengamme.
Archivi, diari, testimonianze hanno permesso di ricostruire le biografie di alcuni deportati, delineando un affresco ricco e complesso dell’antifascismo umbro,
fatto di vite dedicate alla libertà, nella maggior parte dei casi distrutte nella macchina infernale dei campi di concentramento nazisti.

Olga Lucchi, ricercatrice, segretaria dell’Aned Umbria. Collaboratrice dell’Isuc (Istituto della storia dell’Umbria contemporanea), dell’Officina della memoria e del Comune di Foligno. Ha curato di recente gli atti del convegno
Dall’internamento alla libertà. Il campo di concentramento di Colfiorito e la ristampa di Memorie di un ribelle di Adelio e Fausta

Read Full Post »

  • Intervento Prof. Alessandro Portelli

    Relazione di Ivo Germani
  • L’ANPI di NARNI ha  organizzata per il 15 gennaio una giornata densa di appuntamenti. La mattina incontro nelle scuole sui temi dell’antifascismo e della costituzione. Nel pomeriggio congresso cittadino con la partecipazione del Prof. Alessandro Portelli, americanista di fama internazionale e grande conoscitore della cultura umbra. A seguire la presentazione del libro ” La storia rovesciata” con la presenza degli autori Venanzi, Bitti e Covino.
  • La relazione è stata dell’inossidabile Ivo Germani, già partigiano della CREMONA:
  • Sono intervenuti al congresso il Sindaco di Narni Bigaroni, l’assessore provinciale Beco, il vice presidente dell’ANPI Filippetti, Crescioni per la CGIL e i rappresentanti del PD e di SEL.

Read Full Post »

Il 13 giugno si sono tenute in Umbria molte iniziative per ricordare la liberazione delle città dai nazifascisti e per ricordare  alcuni eccidi compiutiin Umbria.

A Terni si è svolta una manifestazione presso la sala consilare alla presenza del sindaco Leopoldo Di Girolamo e delle principali autorità civili e militari. Presente una nutrita delegazione dell’Associazione Nazionale Partigiani d’Italia. A Pontecuti di Todi  c’è sta la commemorazione degli antifascisti trucidati dai nazifascisti. Presenti i Sindaci di Todi Ruggiano , Montecastello, Frattatodina, Marsciano e la presidente della Regione dell’Umbria Catiuscia Marini. C’erano anche i consiglieri regionali Chiacchieroni e Buconi. Presenti per l’ANPI regionale l’avv. Francesco Innamorati , per l’ANPI di Perugia Simoncelli e per l’ANPI di Terni Valentino Filippetti. Hanno presenziato alla cerimonia alcuni reduci della Brigata di Combattimento Cremona che hanno consegnato le tessere onorarie dell’ANPI ai famigliari dei martiri di Pontecuti.

Read Full Post »

L’ANPI ha ricordato l’8 settembre 1943 a Terni con una ceriminia presso il monumento ai partigiani a Ponte Garibaldi.Alla manifestazione hanno partecipato il sindaco di Terni sen. Leo Di Girolamo, rapreentanti del Prefetto e del Questore di Terni, dell’Esercito e dei Carabinieri.
Folta la rappresentanza dell’ANPI guidata dal presidente provinciale.
Dopo la deposizione di una corona ha preso la parola il vice presidente dell’ANPI di Terni Valentino Filippetti che ha ricordato il valore della resistenza ed il significato storico dell’8 settembre 1943. In particolare i è soffermato sul contributo di tanti civili e militari che proprio dopo l’8 settembre si ritrovarono uniti per riconquistare la democrazia per il nostro paese.
Ha poi preso la parola il Sindaco Di Girolamo che ha ringraziato l’ANPI e l’ANPPIA per l’iniziatica odierna e per le tante prese durante l’anno. Il sindaco ha ricordato il contributo degli antifascisti ed il valore della Resuistenza.

Read Full Post »

« Newer Posts - Older Posts »